Questo sito
NON utilizza alcun cookie di profilazione.

Sono invece utilizzati cookie di terze parti per dati statistici senza identificazione degli utenti. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa . La prosecuzione della navigazione consente l'uso di cookie.

Oxygen for beauty and wellness

Cerca

Italian Arabic Chinese (Simplified) Czech Dutch French German Haitian Creole Hebrew Hindi Malay Russian Slovenian Spanish Turkish

News Oxygen Systems

AddThis Social Bookmark Button

oxyfrgranceOxyFragrance: Bar dell'ossigeno senza cannule.

Dal design morbido ed essenziale, OxyFragrance é un sistema molto confortevole per respirare aria arricchita d'ossigeno aromatizzato. Con OxyFragrance ti immergi per 10-15 minuti in un'aria pura e voluttuosa, arricchita d'ossigeno e aromi naturali. Senza indossare nessuna cannula, nè nasale, nè a microfono.

Respira e rilassati: basta regolare come preferisci i Medusa sprayer (i flessibili in metallo cromato) per goderti la tua aria ricca d'ossigeno e aromi vicino al naso, sulla pelle o semplicemente nella stanza. OxyFragrance può servire due clienti per volta.

Niente cannule e ti godi il benessere dell'aria arricchita d'ossigeno aromatizzato diffuso vicino a te.

barraEcco 4 buone ragioni per scegliere OxyFragrance

Oxyfragrance oxygen bar with no cannula1) Aiuta a contrastare la carenza cronica di ossigeno

Alla maggior parte di noi manca un buon apporto d'ossigeno. Trai "colpevoli" smog, stress, fumo, vita sedentaria e dieta scorretta. Una scarsa ossigenazione favorisce l'invecchiamento precoce, spegne il colorito, rende più cagionevoli e contribuisce alla stanchezza e all'affaticamento. Con OxyFragrance grazie all'aria arricchita d'ossigeno possiamo iniziare a recuperare energie in modo sano e naturale.

2) Il benessere passa dal naso assieme alle emozioni

Gli aromi destano ricordi ed emozioni: pensa alle memorie piacevoli che si accendono in te quando senti magari "quel" profumo di biscotti o di bosco per esempio. OxyFragrance ti coccola con aromi esotici e famigliari, dalla cannella all'ylang-ylang: ti riporta nella tua storia e ti fa sognare mondi lontani.

 

 

oxyfragrance 2 oxygenbar cannula free

 

3) Aromi per il rilassamento

Sai bene com'è difficile staccare la spina, la testa continua a pensare e non ti fa gustare il presente. Bene, gli aromi possono aiutarti a lasciare andare i pensieri, se ti concedi di gustarli. (vedere referenze sugli studi sugli aromi a fondo pagina)

4) Design e Produzione Italiana.

Tutto é stato concepito e realizzato dalle persone Exar. Valvole coniche di precisione per regolare il flusso d'ossigeno, quattro dispenser per ossigeno e aromi in vetro Pyrex per essere lavati e sterilizzati facilmente anche in lavastoviglie, timer digitali indipendenti così che ciascuno dei due utenti possa iniziare i suoi 10 minuti di ossigeno e aromi quando vuole.  A norma con il D.l. 110 12.05.2011. Niente cannule per godere la diffusione dell'aria arricchita d'ossigeno e aromi in grande comfort. Tanti dettagli che fanno la differenza. Contattaci per saperne di più!

barra

Alcune Referenze sugli effetti degli Aromi

Ehrlichman H., & Halpern J. N. (1988). Affect and memory: Effects of pleasant and unpleasant odors on retrieval of happy and unhappy memories. Journal of Personality and Social Psychology, 55, 769–779

Fenko A. & Loock C. (2014). The influence of ambient scent and music on patients

Herz R. (2010). The emotional, cognitive, and biological basis of olfaction: Implications and considerations for scent marketing. In Krishna A. (Ed.), Sensory marketing: Research on the sensuality of products (pp. 87–108). New York, NY: Taylor and Francis Group.

Lehrner J., Eckersberger C., Walla P., Pötsch G., & Deecke L. (2000). Ambient odor of orange in a dental office reduces anxiety and improves mood in female patients. Physiology & Behavior, 71, 83–86.

Morrison M., Gan S., Dubelaar C., & Oppewal H. (2011). In-store music and aroma influences on shopper behavior and satisfaction. Journal of Business Research, 64, 558–564.